La pasta è meglio a cena, da abbinare con verdure.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestDigg thisShare on StumbleUponShare on RedditBuffer this pageFlattr the author

Sono tante le inutili rinunce a tavola a cui ti sottoponi in estate, più che in altri periodi dell’anno. Molte sono false credenze e, che tu lo sappia o no, non sono la chiave per guadagnare salute e giovinezza.
Pasta sì o no? E poi quando si mangia? Quante volte a settimana? La domanda giusta a cui trovare risposta è un’altra: come e con cosa la preparo? Sì, chiediamoci sempre come funziona il cibo che mangiamo, questa è la chiave per massimizzare l’effetto positivo che può avere il nostro menù sulla salute e sulla forma fisica a lungo
termine.
La pasta funziona come un carboidrato, uno zucchero a più lento assorbimento del gelato, quello che accade è che fa liberare insulina. Ci interessa molto sapere come gli alimenti che mangiamo siano direttamente ed immediatamente collegati agli ormoni che si liberano nel nostro organismo. Gli ormoni sono la chiave della vita. L’insulina è un ormone infiammatorio, per quanto vitale, rende possibile e accelera l’accumulo di grasso sottocutaneo e addominale o viscerale, è correlata alle malattie e all’invecchiamento.
La pasta, meglio a cena, cucinata al dente, poi mantecata o “al salto” in olio extravergine di oliva e verdure o aromi, fa innalzare meno l’insulina quindi più utile per la salute e la linea. A pranzo, d’estate, si potrebbe optare per una insalata di pasta fredda, perché i carboidrati raffreddati sono meno assorbibili, quindi meno glucosio nel sangue e meno insulina liberata dal pancreas. Olio extravergine d’estate come toccasana per la pelle, meglio non centellinare l’olio, piuttosto riduciamo la porzione della pasta, ma mangiamola condita, soddisfa il gusto e sazia di più e più a lungo.
Accanto alla pasta, d’estate farebbe piacere una fetta d’anguria, ma meglio decisamente evitare! L’associazione fa la differenza. La pasta va abbinata, in base alle esigenze metaboliche e ai gusti individuali, con verdure: cetrioli e lattuga, oppure insalata verde con cipolla.

Da La Nazione del 24 giugno 2018 La pasta è meglio a cena Da abbinare con verdure

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

© 2019 Sara Farnetti - tutti i diritti riservati - Privacy Policy