Riso al pesto

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestDigg thisShare on StumbleUponShare on RedditBuffer this pageFlattr the author

ECCO COSA FARE:

Il pesto si prepara pestando in un mortaio 50 g di pinoli, 20 foglie di basilico fresco e uno spicchio d’aglio, aggiungendo un cucchiaio di formaggio pecorino grattugiato ed olio extravergine d’oliva, sino ad ottenere una crema densa da impiegare come condimento. L’effetto sedativo, tipico di questo piatto regionale ligure è garantito dalle specifiche caratteristiche del basilico, ma anche dai pinoli, ricchi di calcio e magnesio. La scelta del pecorino (non del Parmigiano o della grana, troppo ricchi di potassio e amidi), per la sua azione eccitante, ha la funzione di bilanciare un eventuale eccesso di sedazione da parte degli altri componenti della preparazione, oltre a fornire una quota ulteriore di calcio.

In questo caso si condiscono direttamente 50 g di riso lessato in acqua bollente salata con il pesto, non essendo necessaria l’ulteriore aggiunta di potassio da parte della patata o dei fagiolini, impiegati nella citata preparazione.

 

Per saperne di più non perdete gli articoli sulle modalità di cottura degli alimenti  e su come scegliere le stoviglie migliori

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

© 2019 Sara Farnetti - tutti i diritti riservati - Privacy Policy