Tra Natale e Capodanno combatti gli eccessi così!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestDigg thisShare on StumbleUponShare on RedditBuffer this pageFlattr the author

Tenete il freno tirato… in attesa delle feste di fine anno. Dopo Natale, vi aspettano ancora il cenone del 31 e il pranzo di Capodanno.

Il 27 dicembre provate il “fasting green“, o “digiuno verde” : con questa strategia metabolica, che se personalizzata dà risultati ancora migliori, l’organismo si rigenera.
Serve per riportare alla normalità i principali ormoni coinvolti nel metabolismo degli zuccheri e della crescita: l’insulina e l’IGF-1 che ha anche un’azione simile a quella dell’insulina e la cui secrezione viene stimolata dall’assunzione di proteine e carboidrati.

Come funziona? Per una giornata si mangiano verdure crude e cotte e grassi buoni. La scelta degli alimenti non è casuale, se personalizzata ha un effetto sorprendente, riequilibra e detossifica, spegne la fame e ripristina l’equilibrio ormonale perduto.

Un giorno tipo:

  • Colazione con pinzimonio e 15 g di noci di macadamia o semi di zucca
  • Spuntini con 10 olive con nocciolo, lavate bene o 15 g di cioccolato o centrifuga o frutto (dipende dal metabolismo della persona)
  • Cena e pranzo insalata mista con olive o semi o avocado, verdure cotte preparate (a vapore o stufate con aromi) e scelte in base all’effetto che si vuole ottenere: drenante, detossicante o se in presenza di disturbi gastro intestinali
  • Tisane libere.

Nei giorni successivi, continuiamo poi con un regime detox e prepariamoci al rush finale. Qualche consiglio:

  • Fate scorta di verdure fresche: finocchi, sedano, rucola, insalate amare, cicoria, indivia, catalogna, cardo mariano, carciofi. Iniziate i pasti con verdura cruda e terminateli con verdura cotta. In questo modo si stimola la bile e si tiene pulito l’intestino. E ricordate: più si esagera con i dolci e i carboidrati in genere, più bisogna neutralizzarli con l’amaro delle verdure.
  • Evitate dolciumi e riduci i carboidrati, preferendo cereali integrali, per far riposare il pancreas. Sì a proteine che non affaticano il fegato come il pesce, la carne bianca e, contrariamente a quanto si pensa, le uova.

Ecco un esempio di giornata tipo:

Colazione
– 50 g Bruschetta olio e pomodori o con crema olive e mandorle

Spuntino
– Centrifuga vegetale

Pranzo
– Insalata di finocchio, arance e olive
– calamari in padella con olio extravergine di oliva e peperoncino
– un fetta di pane integrale
– radicchio ai ferri

Merenda
– Carote crude e 7-8 mandorle

Cena
– insalata di carciofi crudi con limone e olio extravergine di oliva
– 1 frittata con cicoria
– 60 grammi di riso selvatico bollito mantecato con erbe aromatiche e olio

 
 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

© 2017 Sara Farnetti - tutti i diritti riservati